Non appena abbiamo avuto notizia degli annunciati esuberi alla Savio di Chiusa di San Michele, ci siamo resi immediatamente disponibili ad aprire un tavolo regionale, consapevoli che l’apertura della procedura di licenziamento aggrava una situazione problematica per un territorio già duramente provato dalla crisi”.  Lo dichiara l’assessora regionale al Lavoro Gianna Pentenero, in risposta a un question time del consigliere Antonio Ferrentino. “Come noto – prosegue Pentenero –, la procedura ha una fase sindacale, della durata di 45 giorni, che, nel caso le parti non trovino un’intesa, prosegue per altri 30 giorni presso la Regione Piemonte per la successiva fase amministrativa. Ancora prima che questo avvenga, organizzeremo, d’intesa con le organizzazioni sindacali, un incontro a cui sarà invitata la proprietà, per individuare tutte le misure disponibili a salvaguardia dei livelli occupazionali e di un’azienda d’importanza strategica per la Valsusa”.