L’assessora al Lavoro della Regione Piemonte Gianna Pentenero ha incontrato oggi i vertici della Sapsa Bedding, azienda di Silvano d’Orba che produce materassi in lattice, insieme ai sindacati e agli amministratori locali del territorio. La proprietà ha manifestato l’intenzione di chiedere all’Inps una proroga di due settimane della cassa integrazione, in scadenza domani, per valutare nel frattempo le proposte di tre potenziali acquirenti interessati a rilevare l’attività. Per favorire questo processo, la Regione potrebbe mettere in campo due strumenti: il bando per l’acquisizione di aziende in crisi, aperto presso FinPiemonte, che prevede incentivi volti a recuperare siti industriali dismessi o a rischio dismissione, salvaguardano al tempo stesso i posti di lavoro, e il “working buyout”, percorso che sostiene i lavoratori interessati a costituirsi in cooperativa, diventando di fatto proprietari dell’azienda. “Si tratta  – ha spiegato l’assessore Pentenero – di misure con caratteristiche diverse, che consentono di mantenere la produzione e l’occupazione sul territorio. In entrambi i casi è però necessario che ci sia un piano industriale credibile, condizione che va naturalmente verificata in tempi rapidi”. Le parti hanno quindi concordato di  tornare a fare il punto della situazione nell’arco di una decina di giorni. “Da parte della Regione – ha aggiunto l’assessora – c’è la massima disponibilità a mettere in campo in tempi brevi lo strumento che dovesse rivelarsi più utile a garantire il mantenimento dell’attività e dei posti di lavoro”.