Seleziona una pagina

La Regione si mette in pari con il pagamento dei contributi regionali per il diritto allo studio. Abbiamo infatti completato i pagamenti del bando 2012-2013 e entro il mese di febbraio chiuderemo i pagamenti per il  2013-2014. Come ho spiegato insieme al vicepresidente e assessore al Bilancio Aldo Reschigna, inoltre, ci impegniamo a pubblicare dopo l’approvazione dell’assestamento di bilancio, ed entro il 31 gennaio 2016, un bando unico che tenga in considerazione le due annualità 2014/2015 e 2015/2016 permettendo così alle famiglie di scegliere l’anno di riferimento a cui aderire. Il nuovo bando avrà come dotazione di risorse circa 13 milioni di euro di euro. Agendo in questo modo, finalmente, la Regione Piemonte è in grado di far fronte ai ritardi nei pagamenti degli assegni di studio accumulatisi negli anni, e non dovuti a questa amministrazione, facendo sì che, in futuro, l’emissione del bando e il suo pagamento siano più tempestivi. Solo così si può garantire alle famiglie un sostegno reale.