Seleziona una pagina

Un unico percorso scolastico da 0 a 6 anni.  Questo il cambiamento sostanziale che interesserà anche i servizi per l’infanzia del Piemonte, alla luce delle modifiche introdotte dalla legge sulla Buona scuola, dai decreti legislativi che il Governo dovrà approvare entro i prossimi 18 mesi e dalla nuova legge regionale di riordino del sistema piemontese che sarà approvata a breve.

La legge 107, infatti, considera il nido la prima tappa del percorso formativo con la partecipazione finanziaria da parte dello Stato che coprirà il 50 per cento delle spese, il 30 per cento a carico delle Regioni e degli Enti locali e il restante 20 per cento a carico delle famiglie.

Già da diversi mesi la Regione sta lavorando per avviare un percorso di aggiornamento normativo, una nuova legge regionale unica di riordino del sistema dei servizi per la prima infanzia, che porterebbe il Piemonte al passo con la maggior parte delle regioni italiane e permetterebbe di superare numerose disomogeneità tra servizi sul territorio. Passeremo così da un sistema incardinato nelle politiche assistenziali ad uno educativo, rendendo i servizi per l’infanzia finalmente parte del sistema dell’istruzione.