Seleziona una pagina

IoLavoro è stata anche l’occasione per rendere noti i dati, decisamente positivi, di Garanzia Giovani, il programma nazionale, finanziato dall’Unione Europea, che si propone di favorire l’occupazione giovanile.
Dalla sua partenza, in via sperimentale, nel maggio del 2014 ad oggi, sono 49.635 i ragazzi che si sono iscritti al portale www.garanziagiovanipiemonte.it. La misura che si è mostrata di gran lunga più utilizzata è stata quella del tirocinio, strumento che prevede che il giovane venga impegnato in un’azienda per un  massimo di sei mesi e retribuito con un’indennità di 600 euro, di cui 500, ad oggi, coperti dalla Regione Piemonte tramite l’Inps. 10.041 i ragazzi coinvolti, in particolare nel commercio, nell’industria metalmeccanica e nella ristorazione. Incoraggianti i dati sull’esito di questi percorsi: il 76% dei tirocinanti ha trovato lavoro nel primo anno successivo al periodo di formazione, di cui il 48% nell’impresa in cui aveva svolto il tirocinio.

Il  numero elevato di richieste ha comportato però una sospensione temporanea di questa misura e la necessità di una sua riprogrammazione. Ora stiamo studiando nuove modalità operative: una delle ipotesi che stiamo valutando è che, ad esempio, i nuovi tirocini siano pagati per metà dalla Regione e per l’altra metà dall’azienda.