Prevenire e correggere le posture sbagliate che possono causare danni alla colonna vertebrale dei ragazzi. È questo l’obiettivo del progetto “La schiena va a scuola”, giunto alla sua quarta edizione e attivato dall’Aifi, l’Associazione italiana Fisioterapisti, in collaborazione con gli assessorati alla Sanità e all’Istruzione della Regione Piemonte, l’assessorato allo Sport del Comune di Torino e l’Ufficio scolastico regionale

Nell’ambito del progetto, oltre 1500 alunni delle prime classi della scuola secondaria di I grado di tutto il Piemonte sono stati coinvolti con incontri in aula, analisi della postura adottata mentre si studia o mentre si è al computer, esempi di azioni corrette da mettere in atto. 
Dopo gli incontri in classe, domani, mercoledì 15 aprile, il Palazzetto dello Sport del Parco Ruffini di Torino ospiterà, dalle 10 alle 13, la festa finale del progetto, durante la quale saranno premiati anche i tre vincitori del concorso lanciato tra gli studenti per creare un poster sul corretto utilizzo della schiena. Menzione speciale anche per i due poster più originali.

Saranno presenti alla cerimonia atleti di spicco come Noemi Signorile (pallavolista del Novara serie A e nazionale italiana), Camilla Neriotti (pallavolista seria A del Forli), Umberto Miello (calciatore del Chieri serie D), Daniele Mazzone (pallavolista serie A nel Città di Castello),  Jacopo Giachetti (giocatore di basket PMS serie A2 Gold) e Anila Oxa (canottaggio). 

Gli organi di informazione sono invitati ad intervenire