La Regione Piemonte ha deciso di mettere gratuitamente a disposizione delle scuole i computer portatili che i diversi uffici stanno dismettendo. Si tratta di una dotazione informatica, composta complessivamente da 600 pc, non ritenuta più adatta alle esigenze legate all’attività amministrativa, ma in larga parte costituita da attrezzature ancora funzionanti e utilizzabili in ambito didattico. I primi 172 computer, revisionati e riconfigurati, sono stati consegnati, o lo saranno nei prossimi giorni, a una ventina di istituti scolastici.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra il settore Patrimonio, il settore Sistemi informativi e l’assessorato regionale all’Istruzione, che nei mesi scorsi ha inviato un avviso per la manifestazione d’interesse rivolto a tutte le scuole piemontesi. In base all’ordine di arrivo delle domande, è stata stilata una graduatoria che vede, al momento, 18 scuole beneficiarie. Tuttavia, a settembre, man mano che proseguirà la dismissione della dotazione informatica regionale, potranno essere assegnati altri pc, sempre seguendo la stessa graduatoria.

Pur non potendo soddisfare tutte le domande – dichiara l’assessora all’Istruzione Gianna Pentenero –, sono contenta di poter contribuire ad ampliare la dotazione tecnologica delle nostre scuole, mettendo a loro disposizione computer che, sebbene non di ultimissima generazione, sono comunque utili a fini didattici o per esigenze gestionali non complesse”.