I comuni piemontesi che al 10 maggio 2018, data di pubblicazione sul Bur del bando per la definizione della programmazione triennale 2018/2020 degli interventi di edilizia scolastica,non avessero completato l’aggiornamento degli edifici di loro proprietà all’anagrafe regionale possono presentare ugualmente domanda entro l’11 giugno 2018. Le loro istanze, tuttavia,non saranno inserite nel piano di finanziamento 2018, ma saranno parte dell’aggiornamento della graduatoria per gli anni 2019 e 2020, a condizione che provvedano a completare l’aggiornamento all’Anagrafe dell’Edilizia Scolastica entro il 30 Settembre 2018. Lo prevede la delibera approvata nel corso della seduta odierna della Giunta regionale, su proposta dell’assessora all’Istruzione Gianna Pentenero. “Con il provvedimento di oggi – spiega Pentenero – diamo una risposta alle segnalazioni ricevute in questi giorni da alcuni comuni che, non avendo completato l’aggiornamento dell’anagrafe sarebbero rimasti esclusi dall’accesso al bando di recente pubblicazione. Pur ribadendo la necessità di adempiere a quanto previsto dalla legislazione nazionale e regionale, abbiamo individuato una soluzione che consente alle amministrazioni locali, soprattutto a quelle più piccole, di disporre di più tempo per mettersi in regola e di poter partecipare a un piano di finanziamenti per la messa in sicurezza delle scuole di respiro triennale, finanziato dal ministero dell’Istruzione”.