Sette fondazioni, 15 percorsi attivati quest’anno, circa 700 studenti iscritti al biennio e un follow-up occupazionale medio superiore all’80 per cento. Sono i numeri del sistema degli Its (Istituti tecnici superiori) in Piemonte, presentato giovedì 12 aprile nel corso dell’evento “Its Piemonte: la nuova frontiera della formazione per il lavoro”, organizzato all’Auditorium della Città Metropolitana di Torino dall’assessorato all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico regionale. Finanziati dalla Regione grazie a una direttiva pluriennale che ha stanziato, fino al 2019, 15 milioni di euro provenienti dal Fondo sociale europeo, a cui si aggiunge uno stanziamento annuale da parte del ministero dell’Istruzione, gli Istituti tecnici superiori sono corsi biennali post diploma gratuiti, con obbligo di frequenza, alternativi o complementari ai percorsi universitari, che rilasciano il Diploma di Tecnico Superiore, riconosciuto sia a livello nazionale che internazionale. Gestiti da fondazioni che mettono insieme enti, università, centri di formazione e imprese, i percorsi formativi prevedono uno stage in azienda di almeno 540 ore, che in alcuni casi può essere svolto all’estero, con il sostegno delle borse di studio Erasmus+. L’obiettivo è formare tecnici altamente specializzati in settori strategici per lo sviluppo economico del territorio, dall’agroalimentare, all’Ict alla mobilità sostenibile, dal turismo e cultura alla moda, senza tralasciare l’efficienza energetica e le biotecnologie. Si tratta di profili capaci di rispondere alle esigenze immediate delle imprese più strutturate ma anche, attraverso le Fondazioni ITS e i Poli di Innovazione, in grado di soddisfare i fabbisogni professionali futuri delle piccole e medie imprese, favorendone i processi di innovazione.

“La Regione Piemonte – dichiara l’assessora al Lavoro e formazione professionale della Regione, Gianna Pentenero – ha deciso di scommettere sulla formazione terziaria come strumento per contrastare la disoccupazione giovanile e ridurre la dispersione scolastica, integrando politiche formative e occupazionali. Uno dei valori aggiunti degli Its risiede infatti nella stretta collaborazione tra mondo della formazione, dell’università e delle imprese, dove si svolge almeno il 30 per cento delle lezioni e da cui proviene il 50% dei docenti. In un contesto in cui le imprese faticano a trovare le figure professionali di cui hanno bisogno e i giovani a inserirsi nel mondo del lavoro, gli Its rappresentano un modello virtuoso, come confermano le percentuali occupazionali: più di quattro allievi su cinque trovano lavoro, nel settore di riferimento, entro 12 mesi dal conseguimento del diploma”.

Che il sistema piemontese funziona lo conferma anche il fatto che il 60% dei corsi monitorati dal ministero nel biennio 2014/2016 ha ottenuto un punteggio superiore a 70/100, raggiungendo la premialità prevista.

I CORSI ITS ATTIVATI NELL’ANNO FORMATIVO 2017-2018:

ITS per la mobilità sostenibile aerospazio/meccatronica

• Tecnico superiore per l’automazione e i sistemi di meccatronica (Scuola Camerana di Torino);
• Tecnico superiore per la produzione e manutenzione di mezzi di trasporto e/o relative infrastrutture (ITIS G. Fauser di Novara);
• Tecnico superiore per l’automazione e l’innovazione di processi e prodotti meccanici IIS G. (Vallauri di Fossano);

ITS Agroalimentare per il Piemonte

• Tecnico superiore responsabile delle produzioni e delle trasformazioni agrarie, agro-alimentari e agro-industriali -Produzione e trasformazione ortofrutticola (Agenform, Cuneo);
• Tecnico superiore della produzione nella filiera brassicola-Mastro Birraio (Piazza dei Mestieri, Torino); • Tecnico superiore della valorizzazione delle produzioni agro-alimentari-Gastronomo (Cnos-Fap Valdocco, Torino);

ITS Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Piazza dei Mestieri 2 e TIS Pininfarina, Torino)
• Tecnico superiore per i metodi e le tecnologie per il design di sistemi software- Interaction & visual Design;
• Tecnico superiore per i metodi e le tecnologie per lo sviluppo di sistemi software – Integrated Backend Services; • Tecnico superiore per i metodi e le tecnologie per lo sviluppo di sistemi web e mobile – Web & Mobile app development;

ITS per le nuove tecnologie per il Made in Italy: tessile – abbigliamento- moda (Campus Città Studi Biella)
• Tecnico superiore di processo, prodotto e progettazione di filati, tessuti per il settore Tessile – Abbigliamento – Moda;

ITS delle Tecnologie Innovative per i beni e le attività culturali – Turismo
• Tecnico superiore per la comunicazione e il marketing delle filiere turistiche e delle attività culturali (Ascom Torino); • Tecnico superiore per la gestione di strutture turistico-ricettive (Bra, Cuneo);

ITS Biotecnologie e Nuove Scienze della vita (Bioindustry Park “Silvano Fumero” S.p.A, Colleretto Giacosa (TO)
• Tecnico superiore per la produzione di apparecchi diagnostici,terapeutici e riabilitativi
• Tecnico superiore per la ricerca e lo sviluppo di prodotti e processi a base biotecnologica – Comparto chimico

ITS Professionalità per lo sviluppo dei Sistemi Energetici Ecosostenibili

  • • Tecnico superiore per la gestione e la verifica degli impianti energetici (Enaip Rivoli)

    www.itspiemonte.it