L’assessora al Lavoro della Regione Piemonte esprime enorme sconcerto per l’annuncio da parte di Embraco del licenziamento collettivo di 497 lavoratori nello stabilimento di Riva di Chieri, che equivale, nei fatti, a dismettere del tutto l’attività produttiva. Si tratta, secondo l’assessora, di una decisione inaccettabile, così come inaccettabile è il modo in cui è stata condotta l’intera trattativa, lasciando per mesi i dipendenti e le loro famiglie nella totale incertezza,  senza interloquire in modo positivo con le istituzioni. L’assessora aggiunge che la Regione continuerà a restare al fianco dei lavoratori e del territorio e ad attivarsi affinché, anche attraverso l’imminente convocazione del tavolo ministeriale, sia individuata una soluzione volta a scongiurare i licenziamenti.